Latest Posts

See what's new

I più importanti conservatori italiani /II

Con la continuazione dell’approfondimento sui più prestigiosi istituti musicali d’Italia arriva anche una precisazione: questa lista non vuole avere carattere di completezza (non sarebbe possibile, visto che ogni conservatorio è storico e di per sé un unicum nella scena nazionale!) ma solo evidenziare situazioni degne di nota per storia o particolarità. Napoli: San Pietro

I più importanti conservatori italiani /I

Qualche numero, per cominciare questo approfondimento: attualmente in Italia operano 56 conservatori, con la maggior parte delle presenze al nord (la regione che ospita più istituti è il Veneto: ne ha 7). Il più antico (ad aver operato continuativamente come conservatorio) è però dall’altro lato della nazione, trattandosi del prestigioso Vincenzo Bellini a Palermo,

Il momento difficile dei conservatori

Facendo parte dello stesso circuito delle università, i conservatori sono soggetti agli stessi tagli che colpiscono da anni anche gli atenei: anni di politiche al ribasso e riforme poco illuminate, infatti, hanno interessato anche questi centri di eccellenza, e in maniera scellerata. Va detto che i conservatori attirano da sempre moltissimi studenti esteri, con

Il futuro dei conservatori

Riconosciuti come poli di eccellenza educativa non solo in Italia ma anche all’estero (come evidenziato anche da un recente incontro dei direttori delle strutture continentali che fanno parte della Association Européenne des Conservatoires), i conservatori della Penisola devono comunque fare i conti con il tempo che passa, le innovazioni tecnologiche, il mondo che cambia.

Conservatori: la loro storia

Innanzitutto, cosa sono i conservatori? La domanda non deve sembrare banale: si pensi a un giovane cittadino di Roma, confuso dalla presenza contemporanea in città di un Conservatorio di Santa Cecilia, una Accademia di Santa Cecilia e un Palazzo dei Conservatori. Come fare a raccapezzarsi? Con l’aiuto di questo sito, ovviamente! Nel caso della

Cosa si studia in un conservatorio

Per chi ha familiarità con i licei cosiddetti musicali, lo studio in un conservatorio va immaginato come la naturale prosecuzione di quel percorso: si “abbandonano” le materie consuete come l’italiano, la matematica, la biologia o il latino e si inseriscono approfondimenti relativi a vari ambiti della musica. In realtà al conservatorio possono accedere anche

Come iscriversi al conservatorio

Come accennato negli approfondimenti presenti altrove sulle pagine di questo sito, l’iscrizione a un conservatorio è possibile per tutti gli studenti in possesso di un diploma di scuola superiore, poiché i suoi corsi sono equiparati a quelli di una qualunque università. Tuttavia poiché le lezioni sono aperte anche a giovanissimi che non hanno concluso

Studenti di musica: tanti costi, ma c’è un modo!

E se, per ipotesi, un giovane musicista di talento dovesse essere accettato in un conservatorio italiano? Quali spese ci sono da affrontare? Qual è il budget mensile da considerare, specialmente se fuori sede, per una sopravvivenza certamente non all’insegna del lusso, ma di certo dignitosa nella città o nel comune dove si è scelto